logo Herasmus
Benvenuto, Oggi è:
quadratino Home quadratino Chi siamo quadratino Progetti quadratino Dicono di noi quadratino Mappa del Sito quadratino Contatti
- Indice Sezioni -
freccia Archivio News
freccia Downloads
freccia Libro degli Ospiti
freccia Mercatino
freccia Servizio Civile
freccia Appalti in gestione
freccia Formazione
freccia Settore Lavorativo
freccia Settore Sociale
freccia Sponsor

- News & Eventi -
Stellina Bando per selezione volontari Servizio Civile 2018
Stellina Gianni Centola: "Vi racconto le mie passioni"
Stellina "La Casa di Giovanna", le interviste
Stellina "La Casa di Giovanna": il comunicato di UniCredit
Stellina Vacanza-sollievo a Roma. Tutte le considerazioni, i commenti
Stellina Agriterapia: in corso un importante tirocinio lavorativo. Agricoltura sociale
Stellina Riciclo e riuso per accrescere in modo utile la fantasia e l'autostima
Stellina Lavorazione della ceramica e disabilità: un percorso vincente


Admin Area


Home » News » Vacanza-sollievo a Roma. Tutte le considerazioni, i commenti
27/10/2017
Vacanza-sollievo a Roma. Tutte le considerazioni, i commenti

Agli inizi di ottobre la gran parte dei ragazzi è stata in vacanza a Roma per quattro giorni. E' stata un'opportunità molto importante collegata al tempo libero e relativa alle esperienze socio-relazionali che sono fondamentali per tutti. Hanno sperimentato contesti di autonomia in una situazione diversa come una vacanza, il viaggio ha offerto un'esperienza di vacanza-sollievo con la costante presenza degli operatori della cooperativa. Tutto è stato documentato puntualmente tramite i social network (la nostra pagina Facebook) con foto e dirette delle opinioni dei ragazzi al ritorno dalla Capitale. Concludiamo questo ennesimo capitolo con il racconto di uno dei nostri ospiti, di un operatore e della psicologa che ha seguito passo passo ogni avvicendamento.

Il programma svolto

Martedì, 3 ottobre: arrivo a Roma, sistemazione presso Don Orione e, cosa rilevante, giro sul pullman turistico scoperto.
Mercoledì, 4 ottobre: giornata in Vaticano, udienza del Papa. Pomeriggio al Bioparco.
Giovedì, 5 ottobre: giornata trascorsa in una fattoria didattica. Agriturismo con grandi spazi aperti a contatto con la natura e animali da stalla: cavalli, mucche, galline. Cena e serata trascorsa in albergo a condividere i pensieri raccolti durante la giornata in un clima di festa e condivisione.
Venerdì, 6 ottobre: giornata passata a 'Cinecittà World', parco giochi capitolino, fino a sera. Partenza e ritorno da Roma alle ore 20.30.

Per capire e conoscere

RAFFAELE (operatore)
Raffaele è un operatore della cooperativa e lavora in questo mondo ormai da 4 anni. Confrontiamoci:

Come hanno approciato i ragazzi alla vacanza? Al di fuori di quello che si aspettavano, si sono divertiti molto e incuriositi da tutto, importante il giro turistico per Roma il primo giorno con il pullman scoperto. Vedere le dinamiche di una città del genere li ha affascinati. Eppure i ragazzi sono abituati a viaggiare, ad esempio ricordo l'esperienza in Puglia, ma l'approccio a questa vacanza è stata sorprendente, rilevante l'unione tra di loro, molto risalto alle esperienze socio-relazionali. C'erano un po' di timori all'inizio del viaggio, anche se organizzata nei dettagli, avevamo paura di non trovare i sanitari nei momenti di necessità in una città metropolitana come questa. Altri pensieri frequenti di noi operatori sono sempre quelli di come riuscire a superare le barriere architettoniche e le difficoltà di gestione. Alla fine devo dire che non ci sono stati problemi e la città ha risposto bene alle esigenze.

Episodi da ricordare: l'emozione di Valerio con la tigre, così contento che non smetteva di guardarla, Giuseppina che imitava le foche, Alessio che saltava per la felicità ed è ritornato con espressioni linguistiche in inglese sentite da ragazzi al Vaticano - quindi abbiamo notato la comprensione e la grande attenzione nell'assimilare cose nuove - alle giostre ho notato l'adrenalina con la voglia di provare tutto e ho visto la vera curiosità di non perdere ogni momento. Tutto questo è una ricarica anche per me, per noi, nel vedere la loro vera felicità come negli occhi dei bambini e questo ci ricorda sempre di apprezzare ogni cosa che abbiamo intorno. Abbiamo notato la loro voglia di non perdere ogni momento, ogni attimo. Una vacanza davvero piena e sfruttata in ogni situazione.

Considerazioni finali e personali: c'è stata un'unione particolare tra di loro, parlavano come se fossero soli, molta autonomia e gestione mentale anche perchè hanno messo a frutto la loro lunga conoscenza. Al ritorno ho notato la vera felicità delle persone, un episodio: Roberto, notoriamente diffidente, ma molto dolce, è arrivato ad essere entusiasta e a ringraziare tutti per la bellissima esperienza. Unione, autonomia, gestione e 'impegno mentale'. Davvero un'esperienza edificante anche per noi operatori che lavoriamo con i ragazzi giornalmente da anni. La prima notte non hanno dormito per l'euforia benché stanchi, successivamente molto tranquilli e rilassati, pronti per la giornata successiva. Esperienza al di là di ogni aspettativa anche per me che lavoro giornalmente con loro, stare per 4 giorni consecutivi ti fa capire che ti prendono come punto di riferimento, ma non ti considerano come una dipendenza per loro autonomia, sei parte integrante della loro vita. Essere davvero amici, anche la condivisione delle stanze, il parlare della giornata trascorsa, mi trasportava e non mi faceva essere un operatore, ma un amico. Valerio e Vittorio, che io seguo in particolar modo, mi prendevano come punto di riferimento o compagno di avventura. L'unione nella cooperativa veniva messa a frutto senza una funzione di vero controllo, che c'era, ma veniva trasformata in complicità.

ROBERTO (utente)
Parliamo con Roberto, affetto da tetraparesi spastica (uso limitato delle gambe e delle braccia) Ciao, Roberto, come valuti questa esperienza? Esperienza positiva, stimolante, mi ha arricchito, importante per me sul piano culturale il vedere e rivedere una città come Roma. Molto bello dal punto di vista spirituale con l'esperienza dal Papa.

Il gruppo: i ragazzi sapevano stare insieme, hanno messo a frutto la loro conoscenza, ho visto una grande autonomia e la consapevolezza di ciò che vivevano con emozione, allegria. Città e disabilità: la percezione delle barriere architettoniche per me che giravo in carrozzella non è stata negativa, anche in una metropoli come Roma, e noi siamo riusciti a riempire il tempo sfruttando al massimo ciò che ci offriva la stessa città.

Al tuo ritorno cosa ti è rimasto? Lo spirito di gruppo, la coesione.

STEFANIA (psicologa)
La vacanza ha rappresentato per i ragazzi un'opportunità di vivere diversi momenti di aggregazione, svago e socializzazione, non soltanto tra di loro, ma anche con gli educatori presenti. Il forte senso di gruppo che si è creato nel corso dei giorni è stato evidente. La vacanza ha dato ai ragazzi l'opportunità di evadere dalla routine quotidiana e di vivere una parentesi di gioia e spensieratezza piena di esperienze inimmaginabili. In particolare in alcuni di loro si è potuto osservare incredibili cambiamenti nel modo di relazionarsi e di interagire con il mondo circostante.

Casi concreti e osservazioni utili

Fabio, 33 anni, con disturbo dello spettro autistico presenta difficoltà nella comunicazione e nell'interazione sociale e comportamenti ed interessi ristretti e stereotipati. Durante i giorni della vacanza ha mostrato grande interesse, partecipazione e gran parte delle stereotipie non si manifestavano con l'intensità e la frequenza di sempre.

Antonio, 30 anni, con disabilità intellettiva grave nella quotidianità delle attività proposte nel centro diurno si mostra sempre poco interessato ed apatico, durante la vacanza il suo tono dell'umore è cambiato notevolmente mostrando ogni giorno grande entusiasmo e partecipazione alle varie attività proposte.

Tonino, 62 anni, con disabilità intellettiva grave viene ironicamente chiamato da tutti "il professore" per i suoi interessi per la storia ma anche per le scienze e l'arte, tanto da trascorrere gran parte delle sue giornate nella sua camera a leggere e disegnare. Nei giorni della vacanza ciò ha rappresentato un ponte di unione tra lui e il resto dei ragazzi poiché si poneva come la guida turistica del gruppo.

*ringraziamenti per la riuscita della vacanza rivolti a 'Don Orione' che ci ha ospitato, al Sig. Giovanni Maddalena, a tutti i clienti del suo lavoro, e al contributo del 5 x mille.

(Twitter @giannigallo88)

© Tutti i diritti riservati. 1999-2008. HerasmusCoopSociale.Org realizzazione: Clart
Herasmus - Società Cooperativa Sociale. Via S. Maria Cerquito (ex ENAOLI) - 04023 Formia (LT). Tel e Fax 0771 726202 e-mail: herasmus(at)herasmuscoopsociale.org. Numero iscrizione Reg. Imp.: 16259, Numero di iscrizione R.e.a.: 92191, P.I. 01479550590.

Quality Assuranceby: Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!

website info